Contenido principal del artículo

Lia Romano
Università degli Studi di Napoli Federico II
Italia
https://orcid.org/0000-0002-1854-1652
Núm. 18 (2019), Tema: Cidades en papel. Arquitectos e artistas, espectadores e transeúntes
DOI: https://doi.org/10.15304/qui.18.6338
Recibido: 14-10-2019 Aceptado: 14-10-2019 Publicado: 30-12-2019
Derechos de autoría Cómo citar

Resumen

Il contributo intende analizzare la ricca documentazione iconografica relativa a due importanti terremoti che hanno colpito la “Provincia di Basilicata” nell’Italia meridionale nel 1851 e nel 1857. In entrambi i casi i danni furono accuratamente rappresentati da disegni, e per il sisma del 1857 anche da fotografie, fonti preziose per la comprensione e l’analisi dei danni inferti al patrimonio urbano e architettonico della regione. Gli elaborati grafici redatti da artisti, architetti e dall’ingegnere-geologo Robert Mallet, seppur realizzati con finalità differenti, restituiscono all’unisono un’interessante spaccato della Basilicata di metà Ottocento caratterizzato da un paesaggio urbano frutto delle trasformazioni prodotte dai frequenti disastri naturali. L’analisi e il confronto critico di tale documentazione iconografica e delle descrizioni che la accompagnano costituisce un’utile strumento per l’analisi dei caratteri costruttivi della regione nonché per lo studio e l'interpretazione delle lente modificazioni e delle tracce lasciate dal sisma sull'identità dei piccoli centri urbani.

Detalles del artículo